« Timidamente, una mattina | Principale | Passepartout »

domenica, 07 maggio 2006

Commenti

synesius

fossi stato nei dintorni non l'avrei mancato.
un caro saluto.

Marco

La felicità esiste?
Secondo me, sì e trovo dei punti in comune con l'articolo di oggi sulla Repubblica:
http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/scienza_e_tecnologia/autostima/autostima/autostima.html
Ciao, ;-)

Undine

Peccato essere troppo distante da Roma e perdere un'occasione come questa!
Un saluto invidioso...

Marco

Il venditore è dal contadino, proprietario di uliveti.
"Questa macchina" dice il venditore "scuote l'ulivo, raccoglie le olive, le lava, toglie il picciolo, le preme, fa l'olio, lo imbottiglia e mette l'etichetta - la bottiglia è pronta per la vendita!"
E il contadino: "Ma li fa li bucchini?"
Il venditore, completamente spiazzato, ripete: "Questa macchina scuote l'ulivo, raccoglie le olive, le lava, toglie il picciolo, le preme, fa l'olio, lo imbottiglia e mette l'etichetta - la bottiglia è pronta per la vendita!"
E il contadino, imperturbabile: "Sì, ma li fa li bucchini?"
Il venditore, in crisi: ""Questa macchina scuote l'ulivo, raccoglie le olive, le lava, toglie il picciolo, le preme, fa l'olio, lo imbottiglia e mette l'etichetta - la bottiglia è pronta per la vendita!"
E il contadino, tranquillissimo: "Sì, ma li fa li bucchini?"
Il venditore esasperato: "No! Non li fa li bucchini!"
E il contadino: "Allora prendo le lavoranti come l'anno scorso."

Marco

Cin cin! Salute!

I commenti per questa nota sono chiusi.

Scatti

Blog powered by Typepad
Iscritto da 08/2005

Google Talk